Menu
Close
Salva in rubrica
Close

Roberto Patierno

Mostraci la tua scrivania

Monitorazzo

Sicuramente l’avete notato: il principe della scrivania! Mi permette di “scaricare a terra” le mie principali passioni e attività come: disegno, programmazione, sviluppo 3d, montaggio video, fotografia postproduzione e, perchè no? Ogni tanto rilassarmi a guardare un film come si deve!
Si ho tante passioni che faccio lavorare in sinergia, per questo ho bisogno di spazio!

Tastiera larga e Magic mouse 2

Lo ammetto anche se non uso quasi mai il tastierino numerico ho una spiccata preferenza per la tastiera larga a quella corta, su cui mi sento come un orso su un trespolo, per non parlare di come rispondono i tasti sotto le dita, mmmhh… sublime.
La presenza del filo mi permette d’essere sempre “ready to work” evitando la fase di grufolamento delle pile, rigorosamente già cariche, nelle varie cassettiere e armadi.

Portapenne

Ho impiegato ben 35 anni per guadagnarmi anch'io il mio fantastico portapenne-di-cartaigienica-e-pasta-fatta-dal-mio-bimbo e la mostro con orgoglio.
All’interno troviamo:
  • Penne Staedtler rigorosamente 0.1
  • Penna stilografica, per quando il mio mancinismo vuole dominare sull’inevitabile fato di sporcarmi, fallendo.
  • Porta mine.
  • Gomma da cancellare.


Moleskine

Data la mia memoria sfuggevole ho acquisito nel tempo l’abitudine di segnarmi tutto quello che riguarda i clienti e non solo, come quello che devo fare, leggere, studiare o i film da guardare.
Verba volant scripta manent.

Cuffie

Certe volte isolarsi diventa una necessità, sopratutto quando il rumore da ufficio diventa troppo. Così intervengono le mie fidate cuffie facendomi concentrarmi meglio grazie al mio setup preferito di Noisly: tuoni al 100% e rumori della foresta al 60%

Cosa ami del tuo lavoro?

Io mi considero un terraformante.

In tutti i posti dove ho lavorato ho cercato di creare un ambiente ospitale alla mia voglia di fare e imparare e da subito Wave si è dimostrata il pianeta perfetto.

Del mio lavoro amo l’opportunità di mettere in pratica le mie principali passioni, l’ambiente amichevole, l’essere considerato e sentire, persino constatare, di poter fare la differenza.

Chi è Roberto fuori da Wave?

Sono da sempre inguaribile ottimista!

La curiosità è sempre stata uno stimolo per cercare di comprendere i funzionamenti delle cose, mi spinge a mettere le mani in pasta a tutto quello che trovo, dall’analisi dei dati di un ecommerce al sostituire il troppo pieno della cassetta del gabinetto.

Seguo corsi di cucina, giardinaggio, inglese, disegno, fotografia e sono capace di passare ore a scoprire come funziona un telecomando.

Amo la mia famiglia, mia moglie e i miei due stupendi cuccioli.

Mi piace chiaccherare con le persone e non riuscirei mai a stare in compagnia.

Homo faber
fortunae suae